Fondazione Hanns A. Pielenz

Il Gruppo AMANN fa parte della Fondazione Hanns A. Pielenz, costituita nel 2005 dall’imprenditore di cui porta il nome.
Cedendo le sue quote alla fondazione, Hanns A. Pielenz assicurò la continuazione dell’azienda familiare tradizionale La fondazione non-profit è azionista del Gruppo AMANN.
La fondazione sostiene progetti per la promozione di arte, cultura, scienza e ricerca e promuove l’istruzione e la formazione professionale.
Tutto questo si traduce in donazioni regolari a favore di progetti e istituzioni regionali.

Summit della gioventù: Future fashion at school

Dal 26 al 27 settembre il progetto "FUTURE FASHION at School" si è concluso con un vertice della gioventù sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG). L'evento si è concentrato sul consumo consapevole e sui tessuti sostenibili.

La Fondazione Hanns A. Pielenz ha già sponsorizzato il precedente progetto chiamato "Global Learning" nel 2018. È stato un passo logico che la Fondazione Hanns A. Pielenz abbia sostenuto il summit dei giovani!

Grazie a tutti i partecipanti per questo evento meraviglioso e stimolante!

Ulteriori informazioni sul vertice: News

Il team “Future fashion at school” visita l’ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra

“Future fashion at school” è un’iniziativa che porta argomenti quali i “tessuti sostenibili” e il “consumo consapevole” nelle scuole del Baden-Württemberg. Particolare rilievo è dato agli “obiettivi di sviluppo sostenibile” (SGDs 2030). Fin dai suoi inizi, la Fondazione Hanns A. Pielenz ha sostenuto la “Future fashion at school”. Oggi, 31 allievi selezionati di diverse scuole dei distretti di Heilbronn e Ludwigsburg si sono recati in visita alla sede delle nazioni Unite di Ginevra – lo scopo: organizzare come gruppo un Summit giovanile.

La prima parte del loro viaggio ha previsto la partecipazione a una conferenza internazionale. “Benvenuti ai nostri leader del futuro!” – i ragazzi hanno ricevuto un caloroso benvenuto. Successivamente, hanno intervistato diversi dipendenti delle Nazioni Unite. Infine, hanno avuto la straordinaria opportunità di incontrare Daniel Hogstan, vincitore del Premio Nobel per la Pace nel 2017 con la sua ONG ICAN (che si batte per il disarmo nucleare). “Credete nella vostra idea, impegnatevi per un mondo migliore e agite nella stessa direzione.” Stimolati da queste incoraggianti parole di Daniel Hogstan e arricchiti di nuove esperienze, gli allievi hanno lasciato Ginevra e sono ripartiti per la Germania. Ora i ragazzi vorrebbero fare buon uso delle nuove conoscenze acquisite e organizzare un Summit della Gioventù che si terrà a settembre 2019 per portare il “Future fashion at school” in altre scuole del Baden-Württemberg.

Realschule Bobingen: Area lounge per topi di biblioteca

Da diversi anni, la Fondazione Hanns A. Pielenz ha una stretta collaborazione con la Realschule Bobingen. Tra le altre cose, la fondazione ha permesso alla scuola di acquistare banchi da lavoro, morse e kit robotici.

Oggi, la Fondazione Hanns A. Pielenz continua a sostenere la Realschule Bobingen. Da qualche tempo, la scuola sognava un’area lettura che invitasse a leggere e a trascorrere tempo nella biblioteca scolastica. Grazie alla donazione di un’area lounge, oggi usata anche come luogo di incontro per il consiglio studentesco o il gruppo di teatro, il sogno è diventato realtà.

“Global Learning” per un consumo sostenibile nel settore della moda

La Fondazione Hanns A. Pielenz sostiene il progetto pilota “Global Learning” avviato dal liceo Friedrich-von-Alberti di Bad Friedrichshall, finalizzato a sensibilizzare studenti provenienti da un totale di dieci scuole sul tema della sostenibilità – uno dei 17 obiettivi fissati dall’ONU – e offre loro sostegno nel muovere i primi passi in questo campo.

La conoscenza dei 17 obiettivi di sostenibilità vuole incoraggiare gli studenti a guardare ai propri stili di vita e a intraprendere un percorso di cambiamento. Il tema della moda viene trattato dal punto di vista del “Consumo sostenibile” – Obiettivo 12. Si affronta, per esempio, la questione della scarsa consapevolezza dei consumatori riguardo alle condizioni della “catena tessile”. Lo scopo è motivare gli studenti ad assumersi una maggiore responsabilità per il proprio comportamento e le proprie azioni.

ARCHE IntensivKinder a Kusterdingen

ARCHE IntensivKinder offre cure intensive e una casa per i bambini con disturbi respiratori permanenti. Nel 2014 la Fondazione Hanns A. Pielenz ha finanziato l’arredamento del nuovo edificio a Kusterdingen nei pressi di Tübingen. Nel 2018, la fondazione ha sovvenzionato anche l’acquisto di un ecografo portatile.

Gli occupanti di ARCHE sono bambini che necessitano di ventilazione permanente a causa di malattie gravi. Non è possibile per loro vivere con la famiglia, a causa delle cure mediche intensive di cui hanno bisogno. ARCHE IntensivKinder offre loro una casa e ai genitori la certezza che il loro bambino è al sicuro e circondato da persone che si prendono cura di lui. La struttura è stata fondata nel 2007 da Christiane Miarka-Mauthe e Sabine Vaihinger.

Nel 2014 la Fondazione Hanns A. Pielenz ha finanziato l’arredamento del nuovo edificio di ARCHE con uno stanziamento di 200.000 euro. Un’ulteriore consistente donazione ha permesso ad ARCHE di acquistare nel 2018 un ecografo portatile a lungo desiderato. Questa unità risparmia ai bambini di ARCHE molti trasferimenti in ospedale e permette di offrire loro un’assistenza medica di alta qualità in un ambiente domestico familiare, allegro e a misura di bambino.

Parchi giochi e proiettori per asili e scuole

La FondazioneHanns A. Pielenz elargisce regolarmente donazioni ai comuni di Bönnigheim, Erligheim e Augsburg in Germania. Recentemente, i finanziamenti sono stati utilizzati per acquistare parchi giochi e proiettori per asili e scuole locali.

Per esempio, al centro di cura diurno presso la proprietà Schlossfeld a Bönnigheim è stata fornita l’attrezzatura per parchi giochi, compresi scivoli e strutture di arrampicata, mentre l’istituto per l’infanzia di Erligheim ha ricevuto un “trenino degli gnomi” e un “piano a forma di elefante”. Altre donazioni erano destinate all’acquisto di otto nuovi proiettori per la scuola primaria di Erligheim-Hofen. La scuola secondaria di Bobingen (sito di Augsburg) ha utilizzato le donazioni per banchi da lavoro, morse e kit di robotica.

Teatro del Festival di Baden-Baden: “Teach the Teacher"

Da molti anni, la Fondazione Hanns A. Pielenz sostiene il lavoro di bambini e giovani del Teatro del Festival di Baden-Baden. Nel progetto di workshop “Teach the Teacher”, gli insegnanti ricevono suggerimenti da artisti di fama internazionale su modi semplici di integrare la musica nel loro insegnamento quotidiano.

Dal 2014, la Fondazione Hanns A. Pielenz supporta il progetto “Teach the Teacher” con una partnership esclusiva. La qualità del lavoro di mediazione musicale nelle scuole dipende fortemente dalla formazione degli insegnanti. Il progetto “Teach the Teacher” è un programma avanzato di formazione e motivazione rivolto a insegnanti di musica, educatori di altre materie interessati all’argomento e studenti di scuole di musica. Lo scopo è offrire ispirazioni agli insegnanti con nuove idee per il loro lavoro di ogni giorno. Grazie ai collegamenti con il programma del Teatro del Festival, è possibile integrare nel lavoro importanti opere di storia della musica, artisti attivi a livello internazionale e talenti regionali.

Borsa di studio erogata dalla Fondazione Hanns A. Pielenz

Le stesse opportunità per tutti: in collaborazione con la Hochschule Niederrhein, Università di Scienze Applicate, La Fondazione Hanns A. Pielenz sostiene i futuri studenti provenienti da Cina e Bangladesh che hanno ottenuti voti particolarmente brillanti. Lo scopo del nostro programma è quello di rendere possibile una carriera accademica che molte famiglie non sarebbero in grado di sostenere da sole senza qualche forma di incentivo. L’esperienza pratica viene offerta coinvolgendo i vincitori della borsa di studio nella vita lavorativa quotidiana di AMANN. La fondazione fornisce anche il supporto necessario per vivere molto lontani da casa.

Il fondatore

Hanns A. Pielenz è nato ad Heilbronn il 22 novembre 1939. Dopo aver terminato la scuola, prima ha completato un tirocinio come bancario, per poi spostarsi nel settore tessile e studiare all’Istituto Hohenstein. Dopo aver completato con successo gli studi, ha iniziato la carriera professionale nell’azienda di famiglia Amann & Söhne GmbH & Co. KG, fondata da suo nonno nel 1854.

La grande competenza, l’instancabile abnegazione e il talento imprenditoriale lo hanno portato alla nomina a CEO del Gruppo AMANN nel 1968 e ad amministrare con successo la società per diversi decenni, fino a quando è andato in pensione nel 2005. Sotto la sua guida, l’azienda familiare tradizionale è cresciuta fino a diventare un gruppo aziendale globale e innovativo del settore tessile, rinomato per l’eccezionale qualità dei suoi prodotti e servizi. Anche dopo il suo ritiro dal lavoro quotidiano, Hanns A. Pielenz è rimasto sempre in stretto contatto con il Gruppo AMANN ed è stato ancora un importante consulente e un interlocutore privilegiato per gli amministratori della società.

La sua forza innovativa e gli importanti risultati ottenuti per tutto il settore tessile sono solo alcune delle ragioni per cui nel 2009 gli è stata conferita la Medaglia Otto Mecheels – un riconoscimento assegnato dall’Istituto Hohenstein per straordinarie conquiste nella scienza, nell’industria e nella società.

Se da tutto questo si ha l’impressione di una vita lavorativa molto intensa, tuttavia per Hanns A. Pielenz era ben lungi dall’essere sufficiente. Durante il periodo trascorso al timone del Gruppo AMANN e della globalizzazione dell’impresa, ha costruito un secondo impero negli USA, diventando CEO di URS, una società di celle frigorifere con sede ad Atlanta. Ancora una volta, grazie al suo spirito visionario e innovativo, era riuscito a fondare un’azienda di successo, che sotto la sua guida è diventata una delle più grandi società nel comparto della refrigerazione di tutti gli Stati Uniti.

Sono poi seguite molte altre aziende negli USA – Hanns A. Pielenz è sempre stato fortemente motivato, aprendo numerose strade nuove. Il suo successo gli ha dato ragione. È stato un imprenditore con un infallibile senso degli affari, sempre aperto a idee promettenti e pronto ad assumersi il rischio e la responsabilità d’impresa.

Ma non è stato solo il suo senso degli affari che ha fatto di lui un imprenditore così straordinario. È stata anche la passione per il suo lavoro, il coraggio di sperimentare cose nuove e soprattutto il rispetto e la stima dimostrati verso ogni essere umano. È stato mentore e padrino di molti uomini d’affari e giovani imprenditori, con i quali ha condiviso la sua esperienza e le sue conoscenze. Era sempre disponibile a mettersi in ascolto dei suoi dipendenti, con i quali amava instaurare un rapporto, vedendosi ricambiato con grande rispetto e stima.

Per molti anni, Hanns A. Pielenz è stato impegnato con grande successo anche nell’industria farmaceutica e nel campo dell’ingegneria medica. Quando lui stesso è stato colpito da mielofibrosi, ha avviato e finanziato la ricerca di una nuova cura per questa malattia. Sfortunatamente, i risultati sono arrivati troppo tardi per lui. Tuttavia, i test iniziali sui pazienti sono stati molto promettenti e questo impegno continuerà ad avere un effetto positivo ancora per molto tempo. Hanns A. Pielenz è morto il 13 giugno 2013 nella sua casa di Vero Beach, in Florida.